Potenza

Nonostante le preoccupazioni, vasectomia e cancro alla prostata non collegato

Nonostante le preoccupazioni, vasectomia e cancro alla prostata non collegatoAvere una vasectomia è un metodo contraccettivo efficace a lungo termine. È relativamente più sicuro, più veloce e più economico dell’equivalente femminile: legazione tubale.

Complessivamente, si stima che 33 milioni di donne sposate di età compresa tra i 15 e i 49 anni facciano affidamento sulla vasectomia del marito per la contraccezione.

Questa cifra rappresenta solo il 3 per cento della popolazione sposata. Nonostante l’efficacia e la sicurezza della procedura, molte coppie non optano per una vasectomia.

Parte della ragione di questo può essere un dibattito di 30 anni che circonda il suo potenziale legame con il cancro alla prostata clicca su ludit.it.

Le paure di vasectomia ampiamente dibattute

Alla fine degli anni ‘ 80, i rapporti hanno cominciato a emergere di una relazione tra questa semplice procedura e un aumento del rischio di cancro alla prostata. Un certo numero di gruppi di ricerca esaminati, e molti studi sono stati pubblicati che sono caduti su entrambi i lati dell’argomento.

Le paure di vasectomia ampiamente dibattuteCosì, nel tentativo di dare un senso ai dati alla base della discussione, le meta-analisi sono state effettuate e rilasciate – ma anche questi non hanno messo a tacere il dibattito, e la giuria è rimasta ben e veramente fuori.

Nonostante non ci fosse alcuna spiegazione medica plausibile su come queste due cose possano essere collegate, l’argomento continuò.

Preoccupazioni messe a riposo?

Una volta completata l’analisi, le conclusioni dei ricercatori sono state chiare. Dicono che “la recensione non ha trovato alcuna associazione tra vasectomia e cancro alla prostata di alto livello, avanzato, o fatale.”

Essi aggiungono, ” c’era una debole associazione tra vasectomia e qualsiasi cancro alla prostata che era più vicino al null con il design sempre più robusto dello studio.”

“E’ improbabile che questa associazione sia causale e non dovrebbe precludere l ‘ uso della vasectomia come opzione contraccettiva a lungo termine.”

Si ritiene che l ‘ “associazione debole” di cui sopra sia dovuta, almeno in parte, al cosiddetto effetto a cascata.

Preoccupazioni messe a riposo?In altre parole, perché un uomo con una vasectomia ha già visto un urologo, è più probabile che ritorni in una data successiva per il test antigene prostatico specifico. E dato che e ‘stato testato, la diagnosi di cancro alla prostata diventa piu’ probabile.

Quando si parla del piccolo aumento di rischio che hanno misurato, lo studio coautore Dr. Bimal Bhindi-della Mayo Clinic a Rochester, MN – dice, “non dovrebbe impedire di ottenere qualcosa che è altrimenti molto efficace per scopi di pianificazione familiare.”

Inoltre, il Dr. Eric A. Klein-presidente del Glickman Urologic & Kidney Institute della Cleveland Clinic in Ohio-dice, ” questo studio, che coinvolge 3 milioni di pazienti,è il più grande mai condotto. Non ha trovato un significativo aumento del rischio di cancro alla prostata per gli uomini che hanno avuto una vasectomia.

“Il fatto che questo studio non ha trovato un aumento del rischio di cancro alla prostata da precedente vasectomia dovrebbe mettere la mente di tutti a proprio agio,” aggiunge.

Questi risultati sono importanti. Tra il 2006 e il 2008, circa 10,3 milioni di donne negli Stati Uniti hanno usato la sterilizzazione femminile, mentre solo 3,7 milioni di uomini hanno usato la sterilizzazione maschile come contraccezione.

Poiché la vasectomia è molto più sicura, Dovrebbe essere raccomandato alle coppie in cerca di contraccezione a lungo termine. Forse queste scoperte aiuteranno a tranquillizzare le menti degli uomini e incoraggeranno i medici a offrirle come soluzione più semplice alla contraccezione a lungo termine rispetto alla sterilizzazione femminile.

Anche se questa ricerca è ampia e dettagliata-e le conclusioni solide – solo il tempo dirà se è smentita di nuovo.